Dei ricercatori britannici hanno scoperto un farmaco in grado di fermare la calvizie e supportare la ricrescita dei capelli. Noi di Capellissimo vi spieghiamo di cosa si tratta.

La scoperta del farmaco contro la Calvizie

Scienziati dell’Università di Manchester, in Inghilterra, hanno notato come un farmaco, il WAY – 316606, progettato per il trattamento dell’osteoporosi abbia come controindicazione lo stimolo dell’attività dei follicoli piliferi, le strutture della pelle che producono le cellule che formano peli e capelli. Lo studio realizzato a Manchester è stato pubblicato su PLUS Biology, i risultati sono stati ottenuti in laboratorio e saranno necessarie sperimentazioni dirette, per testare l’effettiva efficacia, e un futuro trattamento sicuro per l’essere umano.

Minoxidil e Finasteride, due farmaci che non sempre danno risultati

Ad oggi esistono già due farmaci contro la Calvizie, il Minoxidil utilizzabile sia da uomini che da donne, e il Finasteride unicamente per uomini. Anche per questi farmaci, si è scoperta un applicazione contro la calvizie in maniera del tutto casuale, come controindicazione al trattamento cui erano realmente diretti. Entrambi riescono a produrre una ricrescita dei capelli, ma i loro risultati variano notevolmente da soggetto a soggetto. Un altra problematica legata al loro uso è la costanza con cui bisogna assumerli, se anche solo per distrazione o dimenticanza, il paziente si dovesse scordare di assumerlo perderebbe tutti i capelli cresciuti grazie al trattamento. Non poco rilevanti, sono inoltre gli effetti collaterali, ipertensione, irritazione della pelle, prurito e molti altri, per questa ragione possono essere assunti sotto stretto controllo medico.

Calvizie

La Calvizie è un problema che colpisce un gran numero di uomini, ma è anche una problematica per le donne

Il trapianto di capelli, la soluzione definitiva

In attesa che i ricercatori verifichino l’attuabilità del farmaco contro la Calvizie, al giorno d’oggi l’unica maniera per tornare ad avere i propri capelli è mediante il trapianto. Anche in questo caso però bisogna prestare attenzione e valutare bene i pro e contro. In un nostro articolo vi abbiamo parlato dei trapianti low cost in Turchia, Albania ecc. Il trapianto è un operazione chirurgica a tutti gli effetti, e affinché sia efficace e sicura deve essere realizzata da professionisti con esperienza in cliniche adatta e che rispettino la corretta igiene. Per questa ragione i trapianti di capelli, effettuati con tecniche moderne come la FUT e la CFU hanno degli alti costi, al contrario della FUE che può essere realizzata anche da medici non esperti, proprio come accade per le offerte Low Cost.

Quando sarà disponibile il nuovo farmaco contro la calvizie?

I ricercatori dell’Università di Manchester stanno continuando con la loro ricerca mediante test clinici, in modo da capire se il trattamento possa risultare efficace su pazienti che soffrono di calvizie. Se questi esami dovessero dare esiti positivi in pochi anni potrebbe essere immesso sul mercato questo farmaco. Importante sarà valutare il possibile verificarsi di controindicazioni in maniera da rendere efficace e sicuro il trattamento. Al momento per evitare di peggiorare lo stato dei nostri capelli è importante curarli e ben trattarli con prodotti adeguati, diretti a specifiche criticità e di utilizzo professionale. Se il vostro intento è quello di rallentare la perdita e favorire la ricrescita il Revita Shampoo della DS Laboratories, associato con il Revita Conditioner, sono un ottima soluzione. Invece per nascondere le zone diradate le Microfibre di Cheratina della Toppik sono una valida opzione. Oggi ancora non è disponibile un farmaco miracoloso, ma una attenta cura dei propri capelli, può fare molto.

Share This