La calvizie, solitamente colpisce gli uomini, ma anche se in misura minore, l’alopecia può interessare anche le donne. Quando ciò si verifica, comporta problemi psicologici anche superiori rispetto a quelli maschili. La notizia positiva, è che oggi esistono rimedi per risolvere il problema della calvizie, o per lo meno limitarla.

Calvizie femminile, le cause

La calvizie è sempre provocata da diversi fattori, se per gli uomini si parla principalmente di alopecia androgenetica che influisce sulla sensibilità eccessiva dei follicoli capilliferi, per cui alcuni capelli risultano geneticamente predisposti alla calvizie, nelle donne la principale responsabile è la sindrome dell’ovaio politeistico (PCOS), che a livello clinico si manifesta con cicli anovulatori, alterazioni mestruali, irsutismo e in alcuni casi obesità. Una donna colpita da alopecia può arrivare a perdere fino al 60% dei capelli principalmente nella zona frontale e centrale della testa. Uno dei principali indicatori di una possibile calvizie è dato da capelli eccessivamente fini, oltre ovviamente ad un aumento della loro caduta. In alcuni casi la calvizie può essere un sintomo di problematiche che colpiscono l’organismo, per questo è consigliabile di effettuare controlli più approfonditi.

Quando la calvizie femminile è momentanea

Negli uomini, ma sopratutto nelle donne, la calvizie può essere un fenomeno temporale. Una delle principali cause è data dallo stress eccessivo, dovuto a diversi fattori, come lavorativi, affettivi ed emozionali. Durante il periodo della gravidanza e quello immediatamente successivo molte donne possono essere colpite da fenomeni di calvizie. Questi sono dovuti a squilibri ormonali, da carenza di ferro e da una alimentazione non sufficiente. La dieta è un altro fattore che influisce in maniera importante, cibi troppo grassi, sia dolci che salati influiscono negativamente sull’organismo e di conseguenza sulla salute dei capelli. Molta attenzione va posta nella maniera in cui viene trattata la chioma. Un largo utilizzo di piastre e tinte mette a dura prova il benessere dei capelli. Le piastre non bisognerebbe utilizzarle perché le alte fonti di calori sono fortemente nocive, e per lo stesso motivo l’asciuga capelli dovrebbe essere posto a potenza minima senza calore. Per rendere i capelli più lisci potrebbe essere consigliabile utilizzare prodotti a base di cheratina, vi consigliamo shampoo professionali, come ad esempio quello della Toppik, più di trattamenti alla cheratina che possono contenere componenti cancerogeni. Per ciò che riguarda le tinte, bisognerebbe utilizzare unicamente quelle che non contengono componenti chimiche, anch’esse professionali e non le economiche del supermercato.

Quando la calvizie ha rilevanza psicologica

La calvizie viene considerata nell’immaginario comune una problematica unicamente maschile, ma come visto colpisce anche le donne. Se però siamo abituati a vedere molti uomini con pochi capelli o del tutto calvi, per le donne il discorso è differente. La calvizie su alcuni uomini può accrescere la propria sensualità, pensiamo a tanti attori che vengono considerati icone di bellezza e fascino, lo stesso però non accade per le donne. I capelli sono considerati uno strumento di seduzione femminile, e spesso indicano l’umore, tanto che molte signore svelano un cambio di atteggiamento modificando il propio taglio. Per queste ragioni le ripercussioni psicologiche sono più rilevanti per le donne. Nei casi di calvizie femminili, come detto in precedenza è bene chiedere un parere medico sulle cause che l’hanno portata, ed è importante agire sin da subito per evitare ripercussioni di carattere psicologico.

Cosa fare in caso di calvizie femminili

Quando si presentano i primi fenomeni di caduta eccessiva o di capelli troppo fini, la prima cosa da fare è cominciare a prendersene cura seriamente cominciando da una dieta sana ed equilibrata. Via snack e panini iper grassi, sostituiti con carne (principalmente bianca, rossa in piccole quantità) e pesce fresco. Frutta e verdura di stagione. Un cambio nella dieta sarà salutare per i capelli e per tutto l’organismo. Un altro cambiamento va fatto per i prodotti da utilizzare sotto la doccia. Shampoo e Conditioner devono essere di qualità, in modo che possano nutrire e mantenere sani i nostri capelli, lo Shampoo ed il Conditioner Toppik sono un ottima opzione, mentre se già si sta verificando un importante perdita, possono essere più efficaci Shampoo e Conditioner Revita della DS Laboratories. I prodotti commerciali non dovrete invece più utilizzarli.

toppik

Toppik Microfibre di Cheratina, che nascondono le zone diradate e rinfoltiscono i capelli in maniera del tutto naturale

Rimedi alla calvizie

Per la calvizie femminile non esiste una cura efficace che valga per qualsiasi caso, il minoxidil è un farmaco che può essere utile per curarla, ma va assunto sotto controllo medico, prima di tutto per accertare l’effettiva efficacia della cura e poi perché presenta numerose e importanti controindicazioni. Il trapianto o autotrapianto può essere una soluzione, tenendo però presente che deve essere realizzato in centri all’altezza, che ha costi importanti e si tratta a tutti gli effetti di un intervento chirurgico. In aggiunta una volta eseguito il trapianto bisogna attendere che si realizzi la ricrescita dei capelli. In fase post operatoria, ma anche per nascondere la calvizie possono essere di aiuto le microfibre di cheratina, le così dette polverine per i capelli. Queste sono uno strumento di cosmetica, che applicandole nelle zone diradate nascondono la calvizie, facendo apparire i capelli più folti e voluminosi. Il vantaggio che offrono è che non sono invasive, non provocano allergie e vanno via con uno shampoo. Con l’utilizzo delle microfibre di cheratina si possono evitare le ripercussioni psicologiche, perché il loro effetto è del tutto naturale, e nessuno noterà l’utilizzo di questo trucco. Capellissimo dispone delle Microfibre della Toppik, azienda leader sul mercato e sinonimo di qualità, che grazie alla sua lunghissima esperienza nel settore offre numerosi prodotti accessori, per migliorare l’efficacia del prodotto. Come ad esempio il Fiberhold, una speciale lacca appositamente studiata, che prolunga l’efficacia della polverine, dando un effetto ancor più naturale.

Share This