Sempre più giovani lamentano una costante e progressiva perdita di capelli, questa si verifica o per questioni ereditarie oppure per motivazioni legate allo stress. La Calvizie precoce può avere connotazioni negative a livello psicologico, e nei casi in cui si verifica dai 12 anni è importante intervenire subito. Non esistono terapie miracolose, ma è comunque possibile rallentare ed intervenire sulla perdita dei capelli.

Come si manifesta la Calvizie

In media una persona perde dai 10 ai 50 capelli al giorno, questa è la condizione normale, perché il nostro organismo ne riuscirà a generarne di nuovi. Quando però si giunge ad un numero anche superiore a 100 questo ricambio non è più sostenibile. Non tutte le perdite però sono dovute alla Calvizie, possono dipendere anche da fattori stagionali, in primavera e in autunno aumenta la caduta dei capelli in maniera fisiologica. Altre cause possono essere legate allo stress che si sopporta o quello inflitto ai capelli, utilizzando Shampoo e Balsamo di pessima qualità, la scarsa igiene, utilizzo di Fon e piastre, ed anche un alimentazione non corretta e poco sana. La Calvizie invece riguarda un quadro clinico patologico ben definito, dovuto da una carenza di ormoni androgeni, quelli maschili, ed una predisposizione genetica, ovvero ereditaria. Per questa ragione non possiamo farci una diagnosi da soli, o peggio ancora cercando informazioni su internet. Il Dermatologo invece sarà in grado di dirci a cosa è dovuta la perdita dei capelli e come curarla. La Alopecia si caratterizza per un diradamento in corrispondenza della regione centrale del cuoio capelluto (regione frontale e del vertice), i capelli diventano sottili e si modifica la consistenza e il colore.

Cosa fare quando si manifesta una sensibile perdita di capelli

Come appena detto, per capire se la perdita dei capelli sia dovuta a fattori mutabili o ereditari bisogna farsi visitare da un dermatologo, sopratutto se questa si manifesta in giovane età. Molti uomini invece decidono di non vedere sfiorire la propria chioma e rasano subito i capelli, ma dobbiamo sapere di avere ancora qualche speranza per salvarli. Il primo passo da fare è correggere alcuni comportamenti, in fatto di alimentazione ed igiene del capello. L’alimentazione ha un ruolo fondamentale, se perdiamo i capelli, quand’anche fosse per motivi ereditari, probabilmente adottiamo un dieta priva di frutta e verdura, che invece dovremmo mangiare abbinandole ad altri cibi che favoriscono la salute del capello (ed anche del corpo). Altro fattore può essere dovuto all’igiene forse laviamo i nostri capelli troppo o troppo poco, e con prodotti scadenti. I capelli vanno lavati in media tre volte a settimana con shampoo, nel caso in cui si ha bisogno di lavaggi extra (ad esempio per attività sportiva intensa) lo shampoo può essere sostituito dal balsamo, se invece i capelli non sono particolarmente sporchi basterà sciacquarli sotto l’acqua, sempre tiepida. Che prodotti usiamo per lavare i capelli? Gli shampoo da un euro, o il due in uno (ed altre variabili commerciali) vanno assolutamente banditi. Lo Shampoo deve essere un prodotto di qualità e specifico per le nostre esigenze. Se stiamo cominciando a perdere i capelli potrebbe essere utile un prodotto che ne favorisca la ricrescita, come ad esempio lo Shampoo Revita che è un prodotto specifico anti caduta. In caso di Capelli fini e sfibrati invece sarà più efficace il Toppik Shampoo ricco di Cheratina e di nutrienti. Ad ogni shampoo va aggiunto il Balsamo, anch’esso specifico e diretto alle nostre esigenze.

calvizie precoce

La perdita di capelli, sopratutto in età precoce non è sempre sintomo della Calvizie

Come contrastare la Calvizie

La soluzione definitiva alla Calvizie è il trapianto di capelli, purché fatto da medici esperti in cliniche specializzate, diffidate dei trapianti low cost all’estero a 2000 euro, potreste poi avere bisogno di un operazione chirurgica per riparare il danno ricevuto. Il trapianto, inoltre non è consigliato nei casi di calvizie precoce, ma è preferibile farlo quando la calvizie è consolidata. Un alternativa è il Minoxidil, un farmaco in grado di stimolare la ricrescita dei capelli. Esistono numerose lozioni con Minoxidil, ma prima di utilizzarlo è bene chiedere un parere medico, il Minoxidil ha numerose controindicazioni come la dermatite da contatto, ipertensione della pelle, aumento della desquamazione e in taluni soggetti maschili può provocare una crescita, seppur minima del seno. Il Minoxidil comincia a produrre i suoi effetti dopo un mese di utilizzo, e la sua cura non può mai essere sospesa, altrimenti si perderanno i capelli ottenuti con il trattamento. Per i più audaci, se la calvizie si trova in uno stato avanzato potrebbe essere consigliabile la rasatura completa, chi invece non vuole fare questo passo radicale può utilizzare la microfibre di cheratina, le polverine magiche che non fanno ricrescere i capelli, ma semplicemente fanno sembrare che ci siano. Esistono numerose colorazioni, e il loro aspetto è del tutto naturale. Infine vi sconsigliamo vivamente, gli orribili riporti che forse usavano i vostri genitori, se non nonni.

Share This