Calvizia o Calvizie, qual è il termine corretto che indica la mancanza, totale o parziale dei capelli? Quando parliamo e sopratutto scriviamo spesso non sappiamo quale sia il modo corretto, con questo articolo risolveremo ogni tuo dubbio.

La definizione del vocabolario

Il Vocabolario di Italiano Treccani parla di Calvizie e la definisce così: CALVIZIE (dal lat. calvities; fr. calvitie; sp. calvicie; ted. Kahlheit; ingl. baldness). – Mancanza o accentuata deficienza di peli sul cuoio capelluto. È in generale dovuta a un’affezione irrimediabilmente progressiva che attacca il follicolo del capello (seborrea, pitiriasi) e lo porta lentamente all’atrofia. Non è provato che quest’affezione sia legata a cause parassitarie (microbacillo della seborrea di Sabouraud ecc.). Si può avere anche una calvizie senza precedenti lesioni del follicolo, legata all’atrofia senile dei tessuti. La cute delle parti decalvate appare tesa, lucida, assottigliata. Uno stato di calvizie può essere prodotto anche da altre malattie del cuoio capelluto (v. alopecia). La calvizie, una volta stabilita, non è curabile. Si può attenuarne la progressione con cure stimolanti (frizioni di soluzioni alcooliche, lozioni con zolfo e derivati, cure fisiche ecc.).

Il Termine Calvizie

Il termine Calvizia, in realtà non è italiano, e nello scrivere questo articolo, il correttore più volte lo ha segnalato con il rosso. Il termine Calvizie, non è il plurale di Calvizia, ma è un sostantivo femminile per questa ragione finisce in -e. Quindi il dire o scrivere Calvizia è un errore di ortografia. Se volete utilizzare un termine ancor più appropriato, quando parlate di perdita dei capelli, potrete dire Alopecia.

Alopecia, significato

Il termine Alopecia significa esattamente Calvizie, nella sua definizione scientifica, anche in questo caso chiediamo aiuto al vocabolario Treccani, che ci dice: Alopecìa (alla lat. alopècia) s. f. [dal lat. tardo alopecĭa, gr. ἀλωπεκία, der. di ἀλώπηξ«volpe», perché la volpe perde il pelo a chiazze]. – Mancanza di capelli, o di altri peli del corpo, conseguente a malattie varie o provocata da cause fisiche, che può essere circoscritta o diffusa e accompagnarsi o no ad atrofia e distruzione del follicolo pilifero. Una forma per lo più guaribile è la cosiddetta a. areata o a. circoscritta (in lat. scient. area Celsi, perché descritta da Celso, scrittore romano del 1° sec. d. C.), consistente in una chiazza rotondeggiante glabra sul cuoio capelluto, permanente o reversibile, dovuta a caduta dei capelli non provocata da lesioni apparenti, cutanee o del pelo.

 

Perché molti uomini sono calvi?

Gli uomini perdono i capelli principalmente per ragioni genetiche. Recentemente si é provato che la calvizie non viene ereditata dal padre, ma bensì dai geni materni. Fino a poco tempo fa si sosteneva che se il papà o nonno materno avessero pochi capelli, anche il figlio in futuro gli avrebbe persi. Questa assonanza semplicistica é priva di fondamento scientifico, perché ad oggi é impossibile sapere se un bambino da adulto perderà tutti o parte dei propri capelli, ma se ha nonno e zii materni con questa problematica é possibile che la erediterà. La calvizie poi ha altre cause, principalmente legate allo stress, poca cura dei capelli, cure o patologie.

Stempiatura e Chierica

Rimanendo in ambito linguistico, i termini stempiatura e chierica non sono propriamente corretti, seppur vengono utilizzati nel linguaggio corrente. Con stempiatura si intende la perdita dei capelli nella parte frontale, mentre la chierica é l’assenza dei capelli nella parte alta. Entrambe sono tipiche della calvizie maschile. Esiste un prodotto che può coprirle in maniera efficace. Queste sono le famose polverine per capelli. Non si tratta di una cura alla calvizie, ma un trucco estetico molto efficace e dal risultato naturale. Se vuoi saperne di più Clicca Qui o l’immagine in basso.

Alopecia Femminile, quando é lei a perdere i capelli

La calvizie colpisce principalmente gli uomini, ma purtroppo le donne non sono esenti. Esistono delle distinzioni fra calvizie maschile e alopecia femminile, la principale é che negli uomini la si deve a cause genetiche, mentre nelle donne si verifica per ragioni ormonali, oppure spesso nella fase post parto e allattamento. Quando l’alopecia colpisce le donne può diventare un problema di grande rilevanza psicologica, perché ovviamente i capelli per le donne sono una parte del corpo molto importante.  Se la perdita dei capelli é legata al parto, sarà del tutto momentanea e per non avere ripercussioni estetiche in questa fase, le polverine per capelli risulteranno un utilissimo alleato. Nel caso in cui l’alopecia sia cronica, Toppik ovviamente sarà di aiuto a livello estetico, ma sarà anche necessaria una visita dal dermatologo per delineare una cura efficace.

Anticaduta efficaci contro la calvizie e alopecia femminile

Ad oggi purtroppo non esiste una soluzione definitiva ed efficace alla calvizie, ma diverse misure che possono aiutare. Quando si parla di prodotti anticalvizie bisogna fare un distinguo, fra quelli efficaci nella maggior parte dei casi, con o senza controindicazione, quelli poco efficaci, e le vere e proprie truffe. Tralasciando ovviamente gli ultimi, se volete frenare la perdita dei capelli degli anticaduta di qualità possono darvi dei risultati. Ovviamente meno avanzato é lo stato della perdita dei capelli, migliori saranno i risultati. Uno dei migliori prodotti anticaduta é il Revita della DS Laboratories, che in maniera efficace frena la perdita dei capelli favorendone la ricrescita. Per maggiori informazioni Clicca Qui e leggi questo articolo.

Medicinali e Trapianti per risolvere la calvizie

Molto frequentemente sentiamo parlare del trapianto dei capelli come soluzione definitiva alla calvizie. L’operazione chirurgica può essere una soluzione all’alopecia, ma non é sempre efficace. Questo sistema sposta delle zone dove esistono i capelli in altre dove non ci sono, é importante quindi, che esistano capelli, e che non saranno soggetti a perdita in futuro. Quindi se pensate al trapianto, rivolgetevi a cliniche e medici seri e preparati, altrimenti rischiate non solo di non ottenere i capelli, ma anche di trovarvi in situazioni peggiori. Stesso discorso vale per i farmaci. Questi sono efficaci su determinati soggetti, ma non su tutti, ed alcuni hanno importanti controindicazioni, per cui bisogna assumerli sotto stretto controllo medico.

Cosa fare in caso di Alopecia o Calvizie

Quando la perdita dei capelli comincia ad essere insistente, la cosa migliore da fare é recarsi dal dermatologo, il medico specialista per queste problematiche. Lui dopo aver effettuato la diagnosi sarà in grado di darvi la cura più efficace. Evitate di acquistare e sopratutto utilizzare medicinali contro la calvizie in maniera autonoma, se siete fortunati non faranno nulla, altri purtroppo possono causare importanti problematiche di salute. Allo stesso modo evitate di rispondere ad offerte economicamente vantaggiose per trapianti di capelli all’estero, si tratta di un operazione chirurgica a tutti gli effetti, quindi assicuratevi che ci la fa sia competente e capace.

Cosa posso fare contro la calvizie?

Ripetiamo nuovamente, recatevi dal dermatologo, lui potrà aiutarvi. Senza controllo medico potrete tranquillamente utilizzare le polverine per capelli, non sono un medicinale, ma un cosmetico, allo stesso modo potrete utilizzare un anticaduta, come il Revita, in questo caso però dovrete chiedere al medico se vi autorizza a combinarlo con la cura che vi ha prescritto.

 

Capellissimo-contatti

Segui Capellissimo su InstagramTwitterFacebookYoutube ed ora anche su TikTok
Contattaci telefonicamente dal Lunedì al Venerdì dalle 9,00 alle 13,00 al NUMERO 349 1831976 oppure Scrivici su Whatsapp

 

Share This